Polmoniti comunitarie - Percorso Diagnostico-Terapeutico
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Effetto di Tanezumab sul dolore articolare, sulla funzione fisica e alla scala PGA-osteoartrosi nei soggetti con artrosi dell'anca o del ginocchio


I pazienti con osteoartrosi possono rimanere sintomatici con i tradizionali trattamenti.
Sono stati valutati 2 regimi di dosaggio sottocutaneo di Tanezumab per osteoartrosi.

È stato condotto uno studio randomizzato, in doppio cieco, multicentrico dal 2016 al 2018. I pazienti arruolati avevano almeno 18 anni di età con osteoartrosi dell'anca o del ginocchio, risposta inadeguata agli analgesici per osteoartrosi e nessuna evidenza radiografica di condizioni di sicurezza articolare prespecificate.

I pazienti hanno ricevuto per via sottocutanea Tanezumab 2.5 mg al giorno 1 e alla settimana 8 ( n=231 ); Tanezumab 2.5 mg al giorno 1 e 5 mg alla settimana 8 ( cioè Tanezumab, 2.5 / 5 mg; n=233 ); oppure placebo al giorno 1 e alla settimana 8 ( n=232 ).

Gli endpoint co-primari erano un cambiamento dal basale alla settimana 16 alla scala WOMAC ( Western Ontario and McMasters Universities Osteoarthritis Index ) Pain ( 0-10, da nessun dolore a dolore estremo ), WOMAC Physical Function ( 0-10, da nessuna difficoltà a difficoltà estrema ) e alla scala PGA ( Patient Global Assessment ) per l'osteoartrosi ( PGA-OA ) ( 1-5, da molto buona a molto scarsa ).

Tra 698 pazienti randomizzati, 696 hanno ricevuto 1 o più dosi di trattamento ( età media 60.8 anni; 65.1% donne ) e 582 ( 83.6% ) hanno completato lo studio.

Dal basale a 16 settimane, i punteggi medi WOMAC Pain sono diminuiti da 7.1 a 3.6 nel gruppo Tanezumab 2.5 mg; da 7.3 a 3.6 nel gruppo Tanezumab 2.5 / 5 mg; e da 7.3 a 4.4 nel gruppo placebo ( le differenze medie dei minimi quadrati rispetto al placebo erano -0.60, P=0.01, per Tanezumab 2.5 mg e -0.73, P=0.002 per Tanezumab 2.5 / 5 mg ).

I punteggi medi WOMAC Physical Function sono diminuiti da 7.2 a 3.7 nel gruppo 2.5 mg, da 7.4 a 3.6 nel gruppo 2.5 / 5 mg e da 7.4 a 4.5 con placebo ( differenze rispetto al placebo, -0.66, P=0.007, per Tanezumab 2.5 mg e -0.89, P minore di 0.001 per Tanezumab 2.5 / 5 mg ).

I punteggi medi PGA-OA sono diminuiti da 3.4 a 2.4 nel gruppo 2.5 mg, da 3.5 a 2.4 nel gruppo 2.5 / 5 mg e da 3.5 a 2.7 con placebo ( differenze rispetto al placebo, -0.22, P=0.01, per Tanezumab 2.5 mg e -0.25, P=0.004, per Tanezumab 2.5 / 5 mg ).

L'osteoartrosi rapidamente progressiva si è verificata solo nei pazienti trattati con Tanezumab ( 2.5 mg: n=5, 2.2%; 2.5 / 5 mg: n=1, 0.4% ).

L'incidenza delle sostituzioni articolari totali è stata di 8 ( 3.5% ), 16 ( 6.9% ) e 4 ( 1.7% ) nel gruppo Tanezumab 2.5 mg; Tanezumab 2.5 / 5 mg; e placebo, rispettivamente.

Tra i pazienti con osteoartrosi da moderata a grave del ginocchio o dell'anca e risposta inadeguata agli analgesici standard, Tanezumab, rispetto al placebo, ha portato a miglioramenti statisticamente significativi nei punteggi che valutano il dolore e la funzione fisica e alla scala PGA-OA, sebbene i miglioramenti fossero modesti e i pazienti trattati con Tanezumab avessero subito più eventi di sicurezza articolare e sostituzioni articolari totali.
Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare l'importanza clinica di questi risultati di efficacia ed eventi avversi. ( Xagena2019 )

Schnitzer TJ et al, JAMA 2019; 322: 37-48

Reuma2019 Med2019 Farma2019


Indietro