Alliance Cicatrici
Forum Infettivologico
Vertigini
Alliance Dermatite

Associazione tra trattamenti farmacologici e controllo del dolore a lungo termine nei pazienti con osteoartrite al ginocchio


Anche se l'osteoartrite è una malattia cronica e progressiva, gli agenti farmacologici sono principalmente studiati su periodi a breve termine, con conseguenti raccomandazioni poco chiare per la gestione della malattia a lungo termine.

Sono stati analizzati gli esiti a lungo termine ( 12 mesi e oltre; sintomi, struttura articolare ) da studi clinici randomizzati di farmaci per l'artrosi del ginocchio in una revisione sistematica e meta-analisi che ha considerato gli studi con pazienti con artrosi del ginocchio che avevano avuto un trattamento e un follow-up della durata di 1 anno o più.

L'esito primario era il cambiamento medio rispetto al basale nel dolore al ginocchio. Gli esiti secondari erano la funzione fisica e la struttura articolare ( quest'ultima misurata radiologicamente come restringimento dello spazio articolare ).

47 studi ( 22.037 pazienti, fascia di età media, per lo più 55-70 anni e una percentuale media più alta di donne rispetto agli uomini, circa il 70% ) includevano le seguenti categorie di farmaci: analgesici; antiossidanti; agenti ad azione ossea come bifosfonati e Ranelato di Stronzio; antinfiammatori non-steroidei ( FANS ); farmaci per iniezione intra-articolare come Acido Ialuronico e corticosteroidi; farmaci sintomatici ad azione lenta nell’osteoartrosi come Glucosamina e Condroitin solfato; e agenti putativi modificanti la malattia come Cindunistat e Sprifermin.

Sono stati studiati 31 interventi per il dolore, 13 per la funzione fisica e 16 per la struttura articolare. La durata degli studi variava da 1 a 4 anni.

Associazioni con diminuzione del dolore sono state trovate per il farmaco anti-infiammatorio non-steroideo Celecoxib ( differenza media standardizzata [ SMD ], -0.18 ) e il farmaco sintomatico ad azione lenta nell'osteoartrosi Glucosamina solfato ( SMD, -0.29 ), ma c'era grande incertezza per tutte le stime rispetto al placebo.

L'associazione con il miglioramento del dolore è rimasta significativa solo per la Glucosamina solfato quando i dati sono stati analizzati utilizzando la differenza media su una scala da 0 a 100 e quando sono stati esclusi gli studi ad alto rischio di fattori di confondimento.

Le associazioni con il miglioramento nel restringimento dello spazio articolare sono state trovate per Glucosamina solfato ( SMD, -0.42 ), Condroitin solfato ( SMD, -0.20 ) e Ranelato di Stronzio ( SMD, -0.20 ).

In conclusione, in questa revisione sistematica e meta-analisi di studi su pazienti con artrosi del ginocchio e almeno 12 mesi di follow-up, è emersa incertezza riguardo alle stime della dimensione dell'effetto per il cambiamento del dolore per tutti i confronti con il placebo.
Sono necessari studi di maggiori dimensioni per risolvere l'incertezza sull'efficacia dei farmaci per l'artrosi del ginocchio. ( Xagena2018 )

Gregori D et al, JAMA 2018; 320: 2564-2579

Med2018 Reuma2018 Farma2018


Indietro