Polmoniti comunitarie - Percorso Diagnostico-Terapeutico
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Efficacia di Metilprednisolone su dolore, fatica e perdita di appetito in pazienti con cancro avanzato che usano oppiacei


I corticosteroidi sono spesso utilizzati nella gestione del dolore oncologico nonostante le limitate evidenze.
Uno studio ha messo a confronto l'efficacia analgesica della terapia con corticosteroidi con una terapia a base di placebo.

Sono stati considerati ammissibili i pazienti adulti con cancro che assumevano oppioidi con intensità del dolore media maggiore o uguale a 4 ( scala di valutazione numerica NRS, da 0 a 10 ) nelle ultime 24 ore.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a Metilprednisolone ( MP ) 16 mg 2 volte al giorno oppure a placebo ( PL ) per 7 giorni.

L'esito primario era l’intensità media del dolore misurata al giorno 7 ( NRS, da 0 a 10 ); gli esiti secondari erano consumo di analgesici ( equivalenti di Morfina orale ), affaticamento e perdita di appetito ( Questionario C30 European Organisation for Research and Treatment of Cancer–Quality of Life, da 0 a 100 ) e soddisfazione del paziente ( NRS, da 0 a 10 ).

In totale, sono stati esaminati 592 pazienti; 50 sono stati assegnati in modo casuale e 47 sono stati analizzati.

Il livello di oppioidi basale era 269.9 mg nel braccio Metilprednisolone e 160.4 mg nel braccio placebo.

Al giorno 7 di valutazione, non è stata rilevata alcuna differenza tra i gruppi di intensità del dolore ( MP, 3.60 vs PL, 3.68; P=0.88 ) o nel consumo relativo di analgesici ( MP, 1.19 vs PL, 1.20; P=0.95 ).

Sono stati trovati miglioramenti clinicamente e statisticamente significativi nell’affaticamento ( -17 vs 3 punti; P=0.003 ), nella perdita di appetito ( -24 vs 2 punti; P=0.003 ) e nella soddisfazione del paziente ( 5.4 vs 2.0 punti; P=0.001 ) a favore del gruppo Metilprednisolone rispetto al gruppo placebo, rispettivamente.

Non ci sono state differenze negli effetti avversi tra i gruppi.

In conclusione, il Metilprednisolone 32 mg al giorno non hanno fornito una analgesia supplementare in pazienti con tumore che assumono oppioidi, ma ha migliorato la stanchezza, la perdita di appetito e la soddisfazione del paziente.
Il beneficio clinico oltre a un effetto a breve termine deve essere esaminato in un futuro studio. (  Xagena2014  )

Paulsen Ø et al, J Clin Oncol 2014;32:3221-3228

Onco2014 Med2014 Farma2014


Indietro